Ultime notizie dal mondo dei viaggi e del Turismo, Consigli utili, normative, avvisi particolari

Italiano | English

Nominativo: 

Email:

Ho preso visione della informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali.*     Si No

 

 

Body scanner a Malpensa e Fiumicino

Body scanner a Malpensa e FiumicinoÈ deciso, anche in Italia arrivano i body scanner, i primi entro marzo a Malpensa e Fiumicino, poi anche a Venezia, i tre scali da cui partono i voli diretti per gli Usa. Si tratta come noto delle macchine a raggi X che ‘spogliano’ virtualmente i passeggeri per scoprire anche sotto gli abiti qualsiasi arma o esplosivo nascosto, e che stanno suscitando in questi giorni perplessità e polemiche per le implicazioni del loro utilizzo in termini di privacy e rispetto della dignità delle persone.

Lo hanno annunciato insieme il presidente dell’Enac Riggio, i ministri dell’interno Maroni e dei trasporti Matteoli, subito dopo le dichiarazioni altrettanto favorevoli del ministro degli esteri Frattini, e proprio mentre era in corso a Bruxelles la riunione straordinaria del comitato per la sicurezza aerea europea, con esperti di tutti i 27 Paesi membri, convocato appositamente per discutere degli scanner.

I soldi già ci sono
Riggio ha anche annunciato la costituzione immediata di un comitato ristretto composto da Enac, Polizia di Stato, direzioni generali del ministero dei trasporti e della salute, che riferìrà entro il 21 gennaio – prima della riunione informale dei ministri dell’interno europei a Toledo – sulle migliori tipologie disponibili di scanner, e sulle relative garanzie di sicurezza sanitaria. Dopo che pochi giorni fa, presentando a Malpensa gli aerei Neos con la scritta “Science for Peace” della sua Fondazione, lo stesso oncologo Umberto Veronesi si è detto convinto della inevitabilità degli scanner, chiedendosi tuttavia se «non ci sia il rischio di irradiare troppo la popolazione, anche se sembra che siano dosi veramente infinitesimali».

Il ministro Maroni ha annunciato che a Toledo tra l’altro chiederà formalmente l’introduzione dei body scanner in tutti gli scali europei.

Quanto alla spesa Riggio ha riferito di un investimento tra i 100.000 e i 200.000 euro per scanner, che saranno finanziati – grazie alla apposita autorizzazione già emanata dal ministro Matteoli – attingendo al fondo di due milioni di euro a disposizione dell’Enac. «Se altri scali risulteranno a rischio – ha deto Riggio – chiederemo altri scanner», e Matteoli ha garantito ulteriori autorizzazioni per il finanziamento.

Riggio ha assicurato comunque che gli scali italiani stanno garantendo in questi giorni «la massima sicurezza sui voli per gli Usa, con perquisizioni del 100% dei passeggeri e dei bagagli a mano sia prima che dopo i varchi di controllo».

Le scuse di Ryanair, si vola con il badge della p.a.
Risolta nell’occasione anche la querelle con Ryanair sui documenti d’imbarco dei passeggeri italiani, che hanno spinto il vettore a minacciare l’interruzione dal 23 gennaio dei suoi collegamenti dall’Italia, ieri erano iniziati i rimborsi. Mentre l’Enac aveva subito dichiarato la piena disponibilità per il passaggio ad altri vettori degli slot di Ryanair.

Il vettore rifiutava, come noto, di imbarcare passeggeri italiani con la sola patente, pretendendo una carta di identità o un passaporto. Ieri le scuse ufficiali presentate a Riggio da David O’Brian, direttore delle operazioni di Ryanair, il quale ha attribuito il ‘fraintendimento’ al fatto che solo in Italia la licenza di guida vale come documento di identità, e che ne circolano sia la forma cartacea che quella di plastica con banda elettronica.

A questo punto – come ha spiegato Riggio – il vettore imbarca italiani con carta di identità, passaporto, e anche con il badge di dipendente della pubblica amministrazione. Ryanair ha chieso una settimana per valutare l’eventuale accettazione di entrambi i tipi di patente. E ai passeggeri che hanno avuto i rimborsi non rimane che riprenotarsi, probabilmente a condizioni diverse dalle precedenti.
Fonte: L'Agenzia di Viaggihttp://www.lagenziadiviaggi.it/notizia_standard.php?IDNotizia=151901&IDCategoria=1


 

 

Galleria Immagini

 

Richiesta Informazioni

per richiedere informazioni su questo pacchetto di viaggio compilare il seguente modulo:

Cognome:

*

Nome:

*

Telefono:

*

Indirizzo:

Città:

E-mail:

*

Richieste:

Ho preso visione della informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali.*

Si No

Autorizzo l'invio di materiale pubblicitario da parte di The World is Mine.
Si No

   
 

 

The World Is Mine - Luxury Travel Operator & Travel Agency

The World is Mine - Palazzo Capponi delle Rovinate - Via dé Bardi, 36 - 50125 Firenze

Tel. +39 055.234.7663 - Fax +39 055.200.8266 - info@theworldismine.it - PEC: theworldismine@pec.it
JDR consulting s.r.l. - PI e CF 05589770485 - Capitale sociale eur 10.000,00 iv - REA 558946 CCIAA di Firenze
Privacy Policy | Cookies Policy

 

 

The World is Mine Firenze - Ultime Notizie - Viaggi - Normative - Sicurezza - Scioperi - Notizie di carattere generale